Strumenti utili disponibili on-line

Per disegnare flowchart, schemi UML, diagrammi E-R in maniera rapida: www.gliffy.com: il formato e’ proprietario ma e’ possibile catturare le schermate. Con l’accesso di prova si ha accesso per 15 gg. Con la versione base, gratuita, si hanno possono creare solo 5 diagrammi privati (e forse altri pubblici).

Annunci

La Settimana di educazione all’informatica (9-15 dicembre 2013)

Dagli Stati Uniti la Settimana della Programmazione, dal 9 al 15 Dicembre 2013, con la collaborazione di molti famosi programmatori, quali Bill Gates e Mark Zuckerberg, che si sono prestati ad “insegnare” alcuni concetti base della programmazione.

Obama invita a imparare a programmare
Obama invita a imparare a programmare

Anche il Presidente degli Stati Uniti, Barak Obama, ha invitato tutti gli americani ad imparare a programmare con un video.

Tutti possono provare a programmare: il sito http://code.org offre decine di esempi di ambienti divertenti per fare i primi passi nella programmazione, anche in lingua italiana.

Nel primo esempio, con le animazioni basate sul gioco Angry Birds (ma ci sono anche degli Zombie), sono inseriti alcuni video, sottotitolati in italiano (per attivare i sottotitoli vedere  qui), dove sono presentati i concetti base della programmazione: ecco così la presentazione, con Bill Gates (fondatore di Microsoft) a fare da cicerone; Mark Zuckerberg (inventore di Facebook) spiega un tipo di  cicli; Chris Bosh (cestita degli All Stars NBA) che spiega il ciclo indeterminato , ancora Bill Gates che spiega il costrutto se , una ricercatrice medica presenta il costrutto se.. altrimenti.

Le conclusioni sono lasciate ad un ingegnere della NASA che spiega come il rover su Marte usi proprio questi costrutti fondamentali per muoversi e esplorare il pianeta rosso.

Alla fine dell’ora di sviluppo, rivolto ai teen ager, viene rilasciato un simpatico diploma personalizzato da stampare.

Altri materiali e video sono disponibili per le funzionalità più avanzate, per chi ha voglia di lasciarsi coinvolgere nel gioco della programmazione. Ad esempio ecco

Riguardo al discorso di Barak Obama, non si puo’ fare a meno di fare un confronto con i vertici delle istituzioni italiane, che spesso dimenticano l’importanza dell’educazione e della scuola per il futuro del nostro Paese.

Attivazione dei sottotitoli su Youtube:

Per attivare o disattivare I sottotitoli in YouTube, si può fare clic sull’icona dei sottotitoli situata nella parte inferiore del video.

Il decalogo del docente

Insegnare non e’ facile. Ottenere l’attenzione e il rispetto neppure. Pero’ qualche cosa si puo’ fare. Il decalogo seguente non e’ mio, l’ho trovato in rete.

insegnante1) Prima date e poi chiedete: agli alunni date rispetto, attenzione, coerenza,  comprensione. Prima voi.

2) Entrate in classe pieni di entusiasmo: l’entusiasmo è contagioso. Come la noia.

3) Ricordate che anche i ragazzi difficili sono vostri alunni: non sono maleducati, ma male educati; hanno bisogno di aiuto più degli altri.

4) Mettetevi sempre in discussione. Aggiornatevi, leggete, studiate, confrontatevi.

5) Fate sentire ai ragazzi che volete aiutarli e che vi interessano. Diteglielo.

6) Date molta importanza alle regole e rispettatele voi per primi.

7) Avere una buona autostima è essenziale: gli alunni vi vedono come vi vedete voi. Se non vi stimate non vi stimeranno neanche loro.

8) Privilegiate concetti e metodi: i puri contenuti si trovano anche nel web.

9) La lezione perfetta è quella che costruite insieme agli alunni. È un dialogo, non un monologo. Non si può apprendere senza partecipare.

10) Per essere autorevoli dovete essere preparati e guadagnarvi la fiducia e il rispetto dei ragazzi.

Altri spunti sullo stesso argomento: Imparare a studiare

Perche’ il lavoro degli insegnanti e’ cosi’ screditato?

Ho ricevuto una mail che segnala un fatto accaduto il 30 Ottobre 2012:

“Stamani, a scuola, Liceo Forteguerri di Pistoia, la redazione di Uno
mattina in famiglia, programma di Rai 1, ha contattato la nostra collega
Antonella Brillante invitandola a partecipare in diretta alla puntata di
sabato. Avendo letto la sua lettera al ministro Profumo, pubblicata dal
blog di Panorama, i redattori Rai hanno proposto ad Antonella di
confrontarsi con un funzionario del MIUR e di far conoscere il punto di
vista degli insegnanti.
Continua a leggere “Perche’ il lavoro degli insegnanti e’ cosi’ screditato?”

Rita Levi Montalcini: 102 anni e non mostrarli

“Il messaggio che invio, e credo anche più importante di quello scientifico, è di affrontare la vita con totale disinteresse alla propria persona, e con la massima attenzione verso il mondo che ci circonda, sia quello inanimato che quello dei viventi. Questo, ritengo, è stato il mio unico merito. Io dico ai giovani: non pensate a voi stessi, pensate agli altri. Pensate al futuro che vi aspetta, pensate a quello che potete fare, e non temete niente. Non temete le difficoltà: io ne ho passate molte, e le ho attraversate senza paura, con totale indifferenza alla mia persona.”

“Occorre conservare interesse e curiosita’. Se uno guarda troppo in se’ stesso e’ finita.”

“Io sono la mente, il corpo vada un po’ dove vuole”