Riforma degli istituti tecnici: tempo di bilanci dopo il primo quadrimestre

Dopo il primo quadrimestre di riforma degli istituti tecnici e’ bene fare un primo bilancio. Gli spunti non mancano:

  1. lo spezzatino delle materie: gli allievi si confrontano con ben dodici discipline diverse e sedici docenti che, in molti casi, vedono per una o due ore la settimana;
  2. le classi numerose: faticose per docenti ed allievi soprattutto considerando il tempo scuola e le aule spesso inadeguate;
  3. il materiale umano: i ragazzi sono ormai dei semi-“nativi digitali” che scelgono l’istituto tecnico come ripiego del liceo;
  4. la multietnicita’: e’ ormai una realta’, con tutte le sue problematiche, non solo di lingua;
  5. l’obbligo dell’istruzione fino a sedici anni: impone alle scuole di gestire anche chi non ha voglia di studiare;
  6. le valutazioni sovrabbondanti: le famiglie si confrontano anche con ben venti valutazioni nelle dodici discipline;
  7. non tutto era (ed e’) pronto: la riforma e’ arrivata nel mondo della scuola monca e affrettata.

Continua a leggere “Riforma degli istituti tecnici: tempo di bilanci dopo il primo quadrimestre”

Annunci